Skip to content

D’Araprì, ovvero la dimostrazione di come anche al sud Italia è possibile produrre Spumante Metodo Classico di qualità.

13 settembre 2012

IMG_0448

Gran personaggio Girolamo D’Amico: ho avuto il piacere di conoscerlo durante una degustazione dei suoi vini che si è tenuta lo scorso maggio presso l’AIS di Frascati.

Girolamo ha raccontato la storia dell’Azienda dagli inizi, quando, lui e due suoi amici, con i quali si dilettava a suonare jazz, quasi per scommessa, iniziarono a produrre vini.

Oggi D’Araprì è una realtà consolidata nell’agro di San Severo che produce Spumante Metodo Classico rispettando severi processi etici e qualitativi.

Girolamo ha accompagnato la degustazione con dei favolosi prodotti del Suo territorio: il Pane (questo merita la P maiuscola) di San Marco, i formaggi di pecora Canestrato Pugliese, il Caciocavallo Podolico di San Nicastro stagionato 6 mesi e la Muschiska, ovvero ottima carne secca.

Abbiamo iniziato la degustazione con il Pas Dosè. Gradazione alcoolica di 12,65°. Bombino bianco e Pinot Nero entrambi al 50%, 24 mesi sui lieviti, senza aggiunta di  Liqueur d’Expedition. Colore giallo chiaro, profumo elegante, fresco, sambuco, agrumi, fiori bianchi, pesca con fondo minerale. Al gusto sentori di limoni, agrumi con carbonica molto presente, mandorla amara con finale tipico del Bombino e magari anche del Fiano.

Brut. Gradazione 12,5°.  Bombino Bianco e Pinot Nero, 18 mesi sui lieviti. Liqueur 6g litro. Dal colore giallo paglierino ha profumo dolce con note di pesca, mandorla e fiori gialli. Elegante. Al gusto è fresco, sapido, duro ma morbido al tempo stesso.

Brut Rosé. Montepulciano al 60% e Pinot Nero al 40%. Dopo un leggero contatto di poche ore con le bucce viene fatto riposare 24 mesi sui lieviti, liqueur 7g litro. Colore rosa antico scarico con profumi di mandorla, sambuco, fiori e fragoline di bosco. Fresco, secco con buona spalla acida.

Riserva Nobile 2006. Bombino Bianco, 4 anni sui lieviti. Colore giallo oro con sentori di pasticceria, uva spina, vaniglia e toni minerali delicati. Gusto pieno, complesso, acido/salino, rotondo, vivace, strutturato.

Gran Cuvée 2007. Bombino Bianco 60%, Pinot Nero 20% e Montepulciano 20%. Sosta 5 anni sui lieviti. Giallo oro con profumo fresco di gelso con leggero fumé di nocciola tostata. Pulito e netto al gusto, compatto, piacevole, morbido e strutturato con bocca più pronta del naso. Complesso.

Molte grazie a Girolamo per aver creato queste perle insieme ai suoi amici, e grazie anche a Fabrizio Gulini, delegato AIS Castelli Romani, per il grande lavoro che svolge per far crescere sempre più la nostra cultura enoica.

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: