Skip to content

Le donne che sfidano la crisi economica e del gusto. Mercato Contadino dei Castelli Romani.

7 ottobre 2012

Certo viviamo un periodo storico particolare, dove il merito e l’onestà non sono adeguatamente compensati. Esiste un clima ormai generalizzato che tende sempre più a premiare il furbo disonesto. Quello che fa più impressione e che ci sia una sorta di generale anestesia che comunque ci tiene tutti addormentati, poco reattivi e tantomeno propositivi. Volendo restringere il discorso all’alimentazione, sempre più ci accontentiamo di mangiare solo per sfamarci, come se ancora vivessimo in tempo di guerra. Dovremmo invece fare un piccolo sforzo tutti, e ricercare prodotti che appaghino il nostro gusto nel nutrirci, senza per questo prosciugare il nostro portafoglio.

Nei Castelli Romani qualcosa si è mosso da tempo, e grazie alla managerialità di Elisa Di Gennaro, e di alcune sue valenti amiche, è nato il Mercato Contadino dei Castelli Romani. Le ragazze coraggiose del mercato contadino sfidano la crisi con successo 6 volte a settimana. La sfidano con la soluzione del marcato contadino diffuso nei comuni di Ariccia, Albano e Rocca di Papa.

Tra i vari luoghi del mercato, vale ricordare la bella location “bomboniera” dietro il Museo Civico di Albano, ma il posto che mi affascina di più è quello nel bel parcheggio alberato dello Sporting Club di  Monte Gentile, nel comune di Ariccia,  e di cui voglio parlarvi oggi.

Questo, come gli altri, è un mercato polivalente in cui troverete tante verdure, formaggi, vini, birra, marmellata, uova, pane, pizza, dolci, carne e fiori, tutti di vicinanza territoriale, e comunque buoni genuini e naturali. Molto interessanti anche i prezzi, di solito inferiori del 20% rispetto agli equivalenti di un normale mercato.

Non posso parlarvi di tutti i produttori, ma di alcuni mi sarebbe impossibile non raccontarvi.

Tra i verdurieri, Alessandra e Massimo Mancini di Lanuvio sembrano usciti da un libro di fiabe. Gentili, simpatici, accoglienti, ma soprattutto capaci di presentare prodotti freschissimi e di una bontà genuina, tutti contenuti in cesti di vimini. Se volete assaggiare i loro prodotti, cercate di arrivare al mercato presto, perché di solito prima delle 11 hanno finito tutto. Per i vini è presente Pesoli con tutto il suo assortimento. Il vino, tra quelli assaggiati, che preferisco è una splendida Falanghina molto atipica, corposa, alcolica, strutturata. Particolari anche i vini della Tenuta Colle Favignano di Orazi Federico. Al mercato troverete la figlia Federica sempre accompagnata da Lorenzo. Personaggi di altri tempi che vi faranno scoprire vini dalla fattura  antica e molto particolare. Una new entry di questa mattina è Migrante. Lorenzo lo possiamo definire un Vignaiolo di ritorno, in quanto ha guidato Tir fino al 2007, ma possiede la vigna dal 2000. Provate i suoi Cesanese, e non vi fate scappare il Sigillum ed il dolce Olevano, da uve lasciate appassire in pianta e vinificate a Dicembre.

Buone le birre di Agribel, e particolare l’Acquavite di pera coscia, così come i pomodori sottovetro e le marmellate. Da provare anche le marmellate de Il Porcospino di Piera Palma di Velletri. Buone anche le marmellate, molto artigianali di Roberta Marcoaldi di Montelibretti. Preciso, morbido e lineare il loro Olio Sabino. Incredibilmente grandi, sane e gustose le olive di Angela Paoloni di Marcellina. Mangiatele magari con il pane di Franco Sanità, fornaio di Veroli, che lavora grano tenero tipo 2 e lievita il pane in modo naturale usando pasta acida. Le uova le trovate quasi in tutti gli stand, ai quali si aggiunge una new entry  “L’uovo Sano” di Maria Vendetta, che alleva le sue galline come una volta in campo libero in quel di Artena. Per la “ciccia” andate a trovare Luigi Carosi che da Gallese Scalo (Vt), tutti i sabato, porta al mercato i tagli di carne di produzione propria. Se avete voglia di lumache cercate lo stand di La Lumaca Castellana di Velletri, che vende lumache vive allevate allo stato naturale.

I formaggi meriterebbero un commento a parte, ma riassumendo molto potrete acquistare delle buone mozzarelle da Stella e da Le Perle degli Angeli. Da provare anche, al di là del loro famoso stracchino stagionato, il primo sale di Casale Nibbi. Chiudiamo con l’azienda agricola Benacquista, del capace Loris, qui rappresentata da Pierina Rotondi. Che dire degli stupendi formaggi di capra, avrete solo l’imbarazzo della scelta tra la Marzolina fresca o stagionata, o tra la ricotta salata ed il primo sale.

Passate al dolce con la Biscotteria Suljma di Alessandra Ripanti che produce le sue dolcezze biologiche e le squisite torte salate in località Cava dei Selci nel comune di Marino. Al mercato trovate l’appassionato marito Uljanov che vi farà assaggiare tutti i prodotti.

Chiudiamo ringraziando le donne che organizzano il Mercato Contadino per la determinazione e l’enorme dispendio di energie psicofisiche con cui lo fanno. Un grazie va anche a tutti i produttori presenti che stanno credendo e supportando questo progetto mettendoci molto impegno in termini di tempo e fatica. Bella sfida alla crisi economica e del gusto. Vi auguro di vincerla sempre.

Ass.Consorzio APSkm0

Mail associazione.consorziokm0@gmail.com

Tel. 3898830642

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: