Skip to content

Nel Taburno è tempo di Rivolta.

3 agosto 2013

Immagine

Sin da tempi degli antichi Romani, la Campania è stata una terra molto generosa nel produrre vino.

Oggi la concentrazione più massiccia di vigneti è visibile nella provincia di Benevento, dove ancora più di un secolo fa esistevano 15.000 ettari vitati.

Per rispondere alla richiesta del mercato moderno e internazionale che sempre più richiede vini di livello, con costanza nel territorio Sannitico si sono migliorati i sistemi d’impianto delle vigne, oggi sempre più a spalliera.

Nel Taburno l’Aglianico, il vino figlio del vulcano, ne sta traendo il miglior risultato che insieme alla sua capacità di essere pronto prima degli altri “fratelli” sparsi per la Campania, la Basilicata e parzialmente in Molise e Puglia, gli stanno facendo ottenere la giusta attenzione da parte degli appassionati.

Una delle aziende che si sta dando molto da fare nel miglioramento dei propri vitigni è la Fattoria La Rivolta, diretta da Paolo Cotroneo.

Gli ettari vitati sono 29 più 60 in affitto e sono situati su un terreno uniforme di struttura calcareo/argillosa. Il primo imbottigliamento ha avuto luogo nel 2001 e la prima esportazione nel 2004.

Sotto la supervisione in cantina dell’enologo Vincenzo Mercurio le fermentazioni avvengono in acciaio inox. Ad attenuare la grande energia vulcanica dei vini rossi ci pensano le botti grandi per il rosso base e la barrique per quello importante. L’azienda ha la certificazione biologica.

Con questo caldo è molto piacevole gustare la fresca e pronta Falanghina. Dall’aspetto dorato, regala profumi intensi di fiori bianchi e gialli, con la zagara, i fiori di arancio, la pesca e tanti altri frutti dolci e solari in evidenza. In bocca il vino è fresco, supportato da un’acidità diffusa, presenta un appoggio più corposo della bevuta. La leggera sapidità non domina completamente l’acidità permettendo una beva rinfrescante.

Il Coda di Volpe ha anch’esso generato un vino dorato che sprigiona un quadro aromatico controllato ed elegante con gli agrumi e la pera a far da padroni. Eleganza che ritroviamo durante la bevuta, accompagnata da morbidezza e rotondità. Vino non strutturato ma più sapido del precedente. Si abbina con verdure cotte e pomodori con il riso.

Con il Fiano il colore dorato acquista luminosità. Vino complesso che sa di nocciola, frutta e fiori dolci. In bocca è fresco, sapido, morbido, corposo e conserva una discreta acidità che sa di agrume. L’abbinamento d’obbligo è con il pesce.

Passando al vitigno rappresentativo del territorio, l’Aglianico, è importante notare come la vite non soffra il freddo germogliando molto precocemente e maturando lentamente sviluppando un vino dalla notevole acidità e parte tannica che saranno parzialmente domate in cantina con l’uso attento dei legni.

L’Aglianico, infatti, riposerà 18 mesi in botte grande, donandoci un colore rubino che accompagna sentori di frutta sciroppata in confettura, insieme ad amarena, pepe, noce moscata, noti balsamiche e lieve tostatura. Il tannino è copioso all’attacco in bocca per poi scomparire. Vino giocato su una centrata spalla acida che lo rende vivace, fresco e dissetante. Da bersi con rollè, spezzatino e bistecca.

Terra di Rivolta, campione di casa, riposa 18 mesi in barrique nuove e 18 mesi in bottiglia. Colpisce subito gli occhi con il suo bel rubino cupo e il naso con i frutti di bosco, il balsamico e il mentolato in aggiunta alle note di vaniglia e spezie. In bocca è equilibrato, più che rotondo, sferico, vellutato con tannini fini ancora in evoluzione e un finale di accattivante acidità. Capretto al forno.

Ci ha fatto piacere questa degustazione orizzontale dei vini della Fattoria La Rivolta, un’azienda con un giusto mix di tradizione/innovazione e capace di produrre vini al tempo stesso puliti ed eleganti.

From → Uncategorized

2 commenti
  1. ruggieroanna73 permalink

    L’ha ribloggato su Morsi e Sorsie ha commentato:
    taburno e bei pensieri

Trackbacks & Pingbacks

  1. Sorsi di Vino. Sorsi di Piacere al Valmontone Wine Festival. | foodwineadvisor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: