Skip to content

La Bellezza della Posta Vecchia e del ristorante The Cesar.

3 luglio 2014

Provare il lusso, si può e si deve fare ogni tanto nella vita.

Se è vero che l’operaio Francese, almeno una volta l’anno, frequenta ristoranti “stellati”, non vedo perché non debbano farlo anche le maestranze Italiane.

Forse oltre al gap economico, ne esiste uno culturale che qui, da noi, tende a premiare la quantità a scapito della qualità.

A volte quello che scoraggia è il viaggio, anche perché si tende sempre ad associare un posto esclusivo con la lontananza.

Chi abita nella metropoli Romana e frequenta i vicini litorali, magari non sa che in questi luoghi, ormai così poco ameni, anche a causa del loro sovraffollamento, esiste da sempre un Paradiso in Terra, in località Palo Laziale.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Posta Vecchia, un Leading Hotel of The World, lo apprezzi subito appena varcato il grande cancello automatico. Il giardino è tenuto in una maniera encomiabile, il prato vicino all’ingresso, dove sono presenti due grandi amache, sembra invitarti al relax.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Più avanti un giardino odoroso ti fa presagire ciò che mangerai al ristorante The Cesar, dello Chef Michelino Gioia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Parcheggi l’auto e subito ti commuovi per la veduta mozzafiato su un mare che ancora non ha perso del tutto il suo caratteristico odore. T’incammini sul sentiero che costeggia il muretto, a strapiombo sul mare, e vedi la terrazza del ristorante, dove tra poco ti accomoderai, e sei già appagato e perso in un’estasi di sogno.

Torno alla realtà nel momento in cui il Maître e parte dello staff, mi vengono incontro e mi accolgono con estrema gentilezza, lasciandomi scegliere il tavolo che più mi piace.

Il menù contiene delle diverse proposte complete, elaborate dallo Chef, che possono accontentare tutte le aspettative, eventualmente si può scegliere alla carta.

Io opto per il menù più esaustivo, chiamato semplicemente Degustazione, proprio al fine di capire meglio la cucina di Michelino Gioia, essendo la prima volta che la provo.

La carta dei vini è imponente, sia per il peso della stessa, che per alcune pregiate referenze. Certo i ricarichi non sono contenuti, ma sicuramente non è facile tenere un posto a questo livello di bellezza e di servizio. Comunque la lista è per tutte le tasche e le bottiglie partono da qualche decina di Euro fino a raggiungere prezzi da veri amatori.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Scelgo il Trebbiano 2011 di Valentini che si rivela fruttato, ancora molto giovane, fresco e sostenuto da viva acidità. Andava fatto ancora riposare in bottiglia, ma oggi è comunque il vino giusto per la situazione marina e luminosa in cui mi trovo e credo che accompagnerà egregiamente le portate del menù.

Lo sorseggio, questo vino, guardando una gara di barche a vela proprio nel tratto di mare di fronte e la sua acidità mi rinfresca molto. Lo accompagno con gli ottimi grissini e pani che inzuppo nel favoloso olio EVO Fiore Sabino, Monocultivar Carboncella, del Cervo Rampante.

Dopo una piccola entrata di benvenuto, ecco arrivare al tavolo le pietanze nel seguente ordine:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Capesante, galletta croccante, salsa di mele e patate affumicate;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Petto d’anatra, foie gras, rabarbaro e profumo di liquirizia;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Fagotti di pomodoro fresco, crema di burrata e gamberi rossi crudi;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cannoli Vegetariani alla Ligure;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dentice fondente, sconcigli, seppie, fagiolini e acetosella;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Piccione, foie gras, taccole, estratto di ananas grigliata e anice;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cremoso di cocco, mango e croccante di cereali;

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Patata dolce alla fava di Tonga, mousse di pistacchio e gelato al whisky.

Le preparazioni di Michelino Gioia le trovo tutte molto equilibrate. Anche alla presenza di molteplici elementi, la mano dello Chef è sempre elegante, e nessuno di essi prevarica sugli altri. Anche la liquirizia che di solito tende a “cuocerti” il palato, qui è rimasta assai gentile.

Molto riuscite le pietanze con le capesante, i fagotti di pomodoro fresco, il dentice (magari ci sarebbe stata bene anche la Pezzogna) e il cremoso di cocco.

L’unica disattenzione l’ho notata nella poca cottura di una sola parte del piccione.

Capisci che la mano e la testa di Michelino sono Campane (provincia di Benevento) proprio per la grande attenzione che ha nei particolari. La tecnica la vedi e la riconosci al palato e ti porta in se l’esperienza che lo Chef ha fatto frequentando altri cuochi stellati, “rubando” un poco di mestiere a ognuno di loro. Lo sento il loro contributo nel piatto che ho di fronte: nelle verdure così ben preparate e provenienti dall’orto della tenuta; nel pesce così gentilmente gestito; nell’organizzazione della cucina e nella padronanza degli odori, con l’uso del Timo allo stato dell’arte.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non ce la faccio a lasciare subito un posto così bello e fascinoso e sorseggiando il caffè, degustando la piccola pasticceria che lo accompagna, guardo ancora il mare, le vele all’orizzonte e il pittoresco Castello di Palo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mi sento immerso nella storia del luogo. Qui sorgevano la città Romana di Alsium, il relativo porto e le ville, dove gli imperatori amavano oziare. Il castello edificato in età medioevale ha avuto come proprietari nobili e Papi. Dopo numerosi passaggi, ora è di nuovo una proprietà dei principi Odelscalchi. Nel 1640 gli Orsini decisero di creare un alloggio per i tanti visitatori, che oggi è la Posta Vecchia. Questo edificio nel corso degli anni assurgerà a vari ruoli, tra i quali, anche a stazione di posta da cui il nome. Molta della bellezza attuale si deve ai lavori eseguiti da J. P. Getty negli anni 60, che portarono alla luce una villa Romana sul quale l’Hotel a suo tempo fu costruito.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Interessante il museo che potrete visitare, lo troverete sotto il corpo centrale della struttura, così potrete completare il full immersion storico che sono sicuro, v’intrigherà non poco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Esco dal cancello e penso che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, debba provare questa Bellezza.

Hotel La Posta Vecchia

Ristorante The Cesar

Strada Ciclabile Palo Laziale

00055 Ladispoli Roma

Tel. +39 069949501

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: