Skip to content

La mia prima visita Al Casaletto di Marino.

16 febbraio 2016

Avevo sempre notato, al chilometro 4,200 della via dei Laghi, un’antica costruzione che assomigliava a una piccola torre e che al suo interno ha sempre contenuto una trattoria.

In tempi più recenti, dopo alcuni lavori di manutenzione, che hanno reso più attraente la struttura, mi ero reso conto, soprattutto transitando in auto il venerdì e il sabato notte, di alcuni gruppi di giovani, molto contenti, uscire da questo luogo. Circostanza che, oltre a indurmi ad avere una condotta di guida veramente prudente, mi ha spinto a pensare che questo esercizio avesse cambiato “pelle”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Alcuni giorni fa ho accettato l’invito di Dario Rossi, noto Maestro Gelatiere, che con la sua Gelateria Greed sta facendo molto ben parlare di sé, e quindi ho finalmente varcato uno dei cancelli, proprio quello che permette di immettersi sul parcheggio più capiente nel quale è presente la struttura che accoglie così tanti giovani durante le sere estive.

Prima di entrare nel ristorante, noto anche una successiva struttura che immagino sia usata per eventi e cerimonie.

La sala, dove ha sede la vera e propria osteria, è calda nell’arredo e ancor più riscaldata dalla griglia a vista, oltre la quale è possibile vedere la cucina e la brigata che qui lavora. L’ambiente è molto luminoso ed è affiancato dal bar, posto quindi sull’entrata principale e il successivo ingresso, sempre dotato di comodo parcheggio, accessibile da via Salvatore Quasimodo.

Sono subito accolto con calore dal proprietario e dallo Chef.

Alessandro Tesi, vero veterano dei fornelli, ha varie esperienze lavorative effettuate presso l’Hotel Hassler Villa Medici Roma (Sous Chef), Ristorante Enoteca Capranica Roma (Chef), Hotel Dorchester Londra (Chef De Partie), Angedras Ristorante in Alghero (Chef) e Ristorante Rape Rosse Vegetariano Marino (Chef).

Quello di Alessandro è veramente un bel curriculum ce penso che potrebbe cambiare la cucina di questo luogo, articolandola su più proposte e magari dividendole in ristorante e osteria.

La giornata è di quelle lavorative e, quantunque il tempo sia tiranno, cerco di capire cosa propone la cucina in questo periodo. Con Dario mi accomodo al tavolo vicino alla griglia, che oltre a farmi vedere le operazioni di cucina, mi conforta non poco riscaldandomi in questa giornata, così fredda e caratterizzata da un teso vento di tramontana.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come entrée arriva una polpetta di ricotta, funghi pioppini e cono di pane carasau. Un ottimo inizio che credo ricorderò a lungo, anche per la bontà del pane sardo, buonissimo, che scoprirò preparto dal Sous Chef Virgilio Piriottu, isolano al 100%.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho lasciato mano libera allo Chef che mi raggiunge, nuovamente al tavolo, con il suo antipasto denominato carciovo: carciofo alla Romana, menta, Parmigiano Reggiano e uovo. Un piatto impegnativo che è rinfrescato, oltre che dalla menta, da una vera misticanza e frutti di bosco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il primo piatto, invece, attinge alla tradizione, così come una serie di altre pietanze che si possono ordinare Al Casaletto, ed è l’ormai quasi scomparsa zuppa di cicerchia e topinambur. Un vero piatto della memoria, ben eseguito nella cottura della cicerchia, che è rimasta giustamente croccante, ma con un poco di finocchiella di troppo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come pietanza di mezzo mi andrebbe molto uno dei buoni bocconi di carne che vedo cuocere, da Virgilio Piriottu, sulla griglia al di là del vetro. Scorgo anche le fantastiche salsicce preparate dal Norcino Vitaliano Bernabei, ma avendo già dato nei due piatti precedenti, ripiego volentieri sull’ hamburger vegetariano con fagioli rossi, porro, crusca e cipolla rossa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Certo il risultato non raggiunge l’apice, di come sarebbe se fosse stato fatto di carne, ma questa è una bella prova che mi dimostra, come in un locale così carnivoro, si abbia la sensibilità e l’abilità di soddisfare anche un cliente vegetariano. Anche qui c’è comunque della verdura e qualche frutto di bosco a regalare note acide e stimolare la salivazione, necessaria ad affrontare questa enorme polpetta. Un successivo accompagnamento di patate fritte, che mi è stato altresì servito, potrebbe rendere, questo corposo panino, una portata unica di un pasto, magari accompagnandolo con un dolce.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ed eccolo qui il dessert, costituito da un tortino di farro con mele alla cannella, accompagnato con una crema gelato al Passito di Pantelleria della gelateria Greed di Dario Rossi, che mi siede davanti e che è giustamente orgoglioso della sua creatura. Infatti, l’appassionato Gelatiere elabora i suoi lavorati con prodotti di provata genuinità e perlopiù provenienti dal territorio dei Colli Prenestini/Albani, sul quale egli vive e lavora. Le more sono di rovo, i fichi di Zagarolo e così via. Sarà comunque mia cura entrare nei dettagli del suo etico operare, magari in un successivo articolo.

Tornerò presto anche qui Al Casaletto, con molto più tempo e calma, entrambi necessari a mettere meglio a fuoco la proposta articolata di Alessandro Tesi, al quale piace spaziare tra la tradizione e innovazione della cucina Italiana. Uscendo sono comunque felice di costatare che, in una zona, come questa, dove l’offerta in termini numerici di esercizi di ristorazione è altissima, ma aimè, di solito poco efficace in termini di qualità, bisogna dare il benvenuto a Chef Alessandro nel club di quei pochi che ci credono e riescono ad alzare l’asticella del Gusto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Osteria Al Casaletto

Via dei Laghi, Km 4,200

Marino RM

Tel. +39 069388696

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: