Skip to content

Ristorante Zi Rico, trionfo del gusto e del vino.

21 novembre 2016

La bella Palestrina, l’antica Præneste, sorge alle pendici del Monte Ginestro e adesso conta circa 22000 abitanti. Il comune è famoso, tra l’altro, per il Santuario della Fortuna Primigenia e per aver dato i natali al compositore Giovanni Pierluigi da Palestrina.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il motivo che mi ha portato a recarmi in questo luogo sono le continue raccomandazioni di Estrella Zaragoza, che mi ha sempre decantato la qualità di un ristorante cittadino, insieme ad alcuni altri amici, che sono ora con me e con cui ne varco ora la soglia.

Il ristorante Zi Rico è posto su un vicolo in prossimità del corso principale e ci accoglie subito con le sue calde e raccolte stanze, con i soffitti a volta e il suo arredamento in stile rustico moderno che mettono subito l’avventore a proprio agio.

Siamo accolti con un ampio sorriso dalla maître Mihaela Baibaruca e appena alcuni istanti dopo dallo Chef Patron Enrico Braghese. Il simpatico ristoratore ha fatto fortuna nel mondo delle Telecomunicazioni, lavorando anche all’estero e, tornato sul suolo natio, ha dato seguito alla sua vocazione per la buona cucina e i grandi vini.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Brindiamo al nostro incontro con un ottimo Brut, il Cuvette Franciacorta DOCG di Villa che è accompagnato perfettamente da un fresco e sfizioso sushi di Fassona Piemontese con spuma di Parmigiano Reggiano e tartufo bianco. Non potevamo iniziare meglio di così la cena.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Rimaniamo in tema eccellente qualità e affrontiamo, molto volentieri, la battuta di carne con maionese all’anice stellato. La salsa è molto interessante ma ne consumo solo quel tanto per accompagnare la pietanza, alternandola a pezzetti di un meraviglioso pomodoro che mi regala la sua giusta consistenza insieme a un’elegantissima acidità che renderà questo piatto difficilmente dimenticabile.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Raggiungiamo toni più sapidi con la melanzana alla Parmigiana in crosta di Reggiano, pachino e bucce spettinate. Tra l’altro questo successivo antipasto dichiara l’ottima materia prima con cui sono costruite tutte le portate.

Stiamo sempre degustando l’ottima bollicina Italiana, la quale trova il suo canto del cigno in abbinamento con il risotto al Franciacorta con tartufo bianco.

Questo è il momento giusto per il knockout del Gusto ed Enrico non “liscia” l’occasione. Eccolo raggiante giungere al tavolo con uno dei suoi “cavalli di battaglia”: gli spaghetti cacio e pepe con croccante di guanciale. La pasta è stata cotta con la tecnica della risottatura e attrae per la sua crema molto frenata che è un mix, come risultato, tra quelle più bagnate in voga nella capitale e quella più asciutta realizzata da Salvatore Tassa e denuncia tutta la valenza di questo territorio, che seppur compreso in Roma Capitale, affonda le sue origini culinarie nella, mai troppo celebrata, Ciociaria.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un gran piatto di pasta, veramente godibile e che nel periodo estivo si “rinfresca” tramite l’uso dei gamberi rossi marinati al lime, che prendono il posto del guanciale. Una realizzazione eccellente e che appaga molto il palato e penso leggermente migliorabile sperimentando, a largo spettro, ulteriori spaghetti che rispondano quel tanto, quasi nulla, meglio alla risottatura.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il contorno del coniglio in porchetta su letto di spinaci denuncia la valenza della Chef Virginia Baibaruca. La verdura è appena scottata e conserva tutto il suo sapore e una perfetta consistenza, accompagnando la “ciccia” dell’animale da cortile, che non è da meno.

Rimaniamo in tema carne con la guancia di vitello brasata al barolo con crema di patate e topinambur. La lunga cottura ha reso la pietanza molto morbida e la sua bontà ci aiuta a degustarla, anche al termine di un percorso gastronomico così lungo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il finale è affidato a un semplice, ma ben realizzato, semifreddo al cuore di arancio con zucchero bruciato e caramello.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I vini in degustazione sono stati, al di là del Villa Franciacorta Cuvette 2007 sboccatura 2014 già menzionato, lo Chardonnay Farnito 2015 di Carpineto, il Barbaresco Bruno Rocca 2013, il Rum Oceans, lo Champagne Brut Premiere e il Bellavista Brut La Scala 2010.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questi ultimi sono stati sciabolati con molta maestria da Enrico Braghese.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La visita prosegue in cantina dove, al di là dei vini presenti in carta, di cui mi piace ricordare l’ottima scelta di Champagne e metodo classico italiano, la buona selezione di vini bianchi, in particolare modo di quelli della Campania con Quintodecimo, San Salvatore e Marisa Cuomo di cui abbiamo raccontato in questo blog, tra i i rossi, l’ottima scelta sul Cesanese ai quali si aggiungono oculate scelte Piemontesi, Il San Leonardo e tanta varietà in tema Amarone con invitanti verticali e l’interessante presenza di quelli di Carlo Ferragù. Arrivando in zona Toscana è un trionfo di Brunello di Montalcino, Tignanello, Solaia, Sassicaia, Masseto, Ornellaia, Messorio e tanto altro. La perdizione assoluta arriva nel settore Francia con etichette del calibro di Château Mouton Rothschild, Château L’Evangile, Echezeaux Grand Cru, La Tâche e svariate altre grandi bottiglie.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Usciamo dalla cantina e percorriamo le belle vie della Città, visitiamo la bella e luminosa Pro Loco, facciamo tappa da Marco Valente alla sua Taberna e, dulcis in fundo, ci ritroviamo alla cavea del Santuario della Fortuna Primigenia ad ammirare un panorama notturno di luci che arriva fino al Litorale. È quasi l’alba ma la riflessione, nonostante la stanchezza, arriva spontanea. Questo è un Territorio che, così come quello del Litorale, sta facendo una Rivolta in termini di Gusto sullo scenario Laziale e Zi Rico ne costituisce una delle colonne portanti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ormai albeggia, ritorno verso casa, stanco ma felice di aver provato un’ottima cucina ma soprattutto di aver vissuto un’inarrivabile ospitalità.

Ristorante Zi Rico

Via Enrico Toti, 2

Palestrina RM

Tel. +39 0683082532

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: